Le forme di SM

La sclerosi multipla può essere molto diversa da individuo a individuo, dato che colpisce ogni paziente in punti diversi del sistema nervoso.

Nella maggior parte dei casi i sintomi della SM compaiono all'improvviso, senza una causa riconoscibile e con un andamento episodico. I sintomi si riducono dopo un paio di giorni o di settimane (remissione) e nel tempo si può assistere a una remissione parziale o completa. I sintomi o una perdita funzionale, a volte, possono persistere addirittura durante una fase di remissione.

Si distinguono tre diverse forme di SM:
- SM recidivanteremittente (SMRR)
- SM secondaria progressiva (SMSP)
- SM primaria progressiva (SMPP)

SM recidivante-remittente

È la forma di SM più frequente che interessa più dell'80% dei pazienti. Nella fase iniziale della malattia i sintomi possono mancare completamente, a volte addirittura per molti anni. Non è però possibile prevedere un attacco acuto e i sintomi possono manifestarsi in ogni momento. Possono comparire improvvisamente sintomi nuovi o già noti, che durano pochi giorni o qualche settimana per poi scomparire di nuovo. Tra un episodio e l'altro sembra che la malattia non progredisca.

SM secondaria progressiva

Questa variante della SM viene considerata come un secondo stadio della malattia. Nel 40% circa dei pazienti la forma recidivante-remittente prima o poi si trasforma in SM secondaria progressiva. Si osservano attacchi acuti isolati, come nella SMRR, ma la regressione non è completa e tra un attacco e l'altro l'invalidità progredisce. Con il tempo il numero di attacchi acuti si riduce mentre il grado di invalidità aumenta progressivamente.

SM primaria progressiva

Questa forma di SM è rara e colpisce solo il 10 % circa di tutti i pazienti con SM. I sintomi tendono a peggiorare con il tempo fin dall'inizio e l'invalidità aumenta progressivamente. Mancano gli episodici attacchi acuti, così come le remissioni. Solo occasionalmente si assiste a piccoli miglioramenti transitori.