I fatti

Le donne sono colpite più spesso

La SM non è né contagiosa né mortale. Il grado di invalidità con il tempo può aumentare ma esistono grandi differenze da paziente a paziente, sia per quanto concerne il decorso della malattia sia riguardo al tipo di sintomi. È quindi importante riconoscere la malattia prima possibile.

Di regola i primi sintomi della SM compaiono tra il ventesimo e il quarantesimo anno di età. L'età media al momento della diagnosi è intorno ai 30 anni. Tuttavia la malattia può anche essere diagnosticata in bambini e addirittura lattanti, oppure può dare i primi segni in età avanzata.

Le donne sono colpite dalla SM in misura doppia rispetto agli uomini. Il motivo di ciò oggi non è ancora noto. Come quasi per tutte le malattie non si conosce il numero esatto di malati e in questo caso il motivo è anche dovuto al fatto che i sintomi sono multiformi e in alcune persone non si manifestano per tempi molto lunghi, anche se la SM è da tempo attiva nel loro organismo.

Diffusione della SM

Sono affetti da SM più di 400 000 nordamericani, circa 500000 europei e in tutto il mondo il numero è intorno ai 2,5 milioni. La frequenza varia da regione a regione ed è tendenzialmente maggiore nelle nazioni economicamente sviluppate.

Quando si parla del numero di persone affette da una certa malattia, lo si può esprimere in due modi: si può considerare il numero di nuovi malati in un certo lasso di tempo (per esempio in un anno) oppure il numero totale di pazienti colpiti.

Il numero di nuovi malati in un anno (il periodo utilizzato più spesso) viene detto tecnicamente tasso di incidenza. Il tasso di incidenza è definito come il numero di nuovi malati riferito a una parte della popolazione (solitamente 100000 persone). Si stima che il tasso di incidenza della SM nelle nazioni di lingua tedesca sia di 5-6 nuovi malati per 100000 abitanti. In Svizzera ciò corrisponderebbe a 350-400 nuovi malati di SM ogni anno.

Se si vuole sapere quante persone in totale sono affette da una malattia in un dato momento si parla di prevalenza. Questo numero sarà tanto più grande quanto più sono i nuovi malati ogni anno e/o quanto 14 più a lungo dura una malattia nel singolo paziente.

Grazie alle moderne possibilità terapeutiche l'aspettativa di vita media dei pazienti con SM non è ridotta: la maggior parte dei pazienti vive diverse decine di anni con questa malattia e ciò induce dei valori di prevalenza stabili.

Si stima che la prevalenza della SM nelle nazioni di lingua tedesca sia circa 150 pazienti per 100000 abitanti. Ciò corrisponde a circa 10000 malati di SM in Svizzera.

Differenze geografiche

Esistono chiare dimostrazioni di differenze geografiche nella predisposizione alla malattia. Il rischio di malattia può essere molto diverso a seconda della nazione e addirittura della regione. In generale sembra che le zone con clima temperato siano colpite più frequentemente, mentre chi vive vicino all'equatore ha una minore tendenza ad ammalarsi. Ciò vale in ugual misura per gli emisferi settentrionale e meridionale. Anche le condizioni di vita sembrano avere importanza: nelle nazioni industrializzate il numero di malati di SM è nettamente maggiore rispetto alle regioni povere del mondo. Non è quindi possibile estrapolare il numero di malati di una nazione o di un continente conoscendone il numero in un'area limitata.