Gestione del dolore

Il dolore nella SM viene causato presumibilmente da cortocircuiti nelle vie nervose che conducono i segnali sensoriali dal midollo spinale al cervello. Il dolore è curabile con medicamenti, tuttavia esistono anche misure non farmacologiche, più o meno efficaci a seconda del tipo di dolore, della sua origine e della problematica del singolo paziente. Nel controllo del dolore è particolarmente importante il contributo attivo del paziente, che ha un influsso diretto sulla qualità della vita. Chi riesce ad aiutarsi da solo evita di essere dominato dal dolore e sta nettamente meglio. Per esempio, per crampi e intorpidimenti può essere utile ricorrere ad esercizi e fisioterapia.

Altre misure di autosostegno comprendono tecniche di rilassamento come la meditazione, massaggi, idroterapia, stimolazione nervosa elettrica, agopuntura e trattamenti chiropratici.

Dolore al viso

Occasionalmente i malati di SM possono accusare un'infiammazione del nervo della faccia (nevralgia del trigemino). Esistono varie opzioni farmacologiche per trattare questo dolore facciale pulsante e molto intenso, tra cui alcuni farmaci antiepilettici di nuova generazione.

Se i medicamenti non dovessero essere efficaci, il dolore può essere eliminato con un intervento chirurgico. L'intervento, chiamato rizotomia percutanea, ha come effetto collaterale un intorpidimento del viso, comunque molto meno fastidioso della nevralgia. Viene eseguito con un laser in anestesia locale e non può essere considerato come prima scelta terapeutica ma solo quale ultima risorsa.

Dolori alle membra

La SM provoca soprattutto dolori brucianti, prevalentemente a carico delle estremità ma talvolta anche del tronco. Si prescrivono gli stessi medicamenti usati contro la nevralgia del trigemino, ma in questo caso dimostrano un'efficacia inferiore. Altre opzioni terapeutiche sono:

  • Agopuntura:
    può essere efficace nella SM, ma di solito non a lungo.
  • Sedativi e antidepressivi:
    modificando l'elaborazione del segnale nervoso del dolore, possono avere un effetto benefico.
  • Biofeedback, meditazione e metodi analoghi:
    quando siamo concentrati sul dolore, lo percepiamo più intensamente. Questo meccanismo può essere sfruttato in senso opposto, per attenuare la reazione al dolore.

Attenzione: gli antidolorifici standard non servono a nulla perché l'origine del dolore è diversa rispetto, per esempio, a una ferita. Quindi va evitata l'assunzione di analgesici, che oltre ad essere inefficaci possono spesso generare dipendenza.

Il dolore nella SM può essere molto intenso e sgradevole, ma in genere non pregiudica la mobilità e non incide sulla prognosi della malattia. Anche la spasticità e i crampi possono causare forti dolori: la terapia di questi disturbi è trattata in altri capitoli.

 

Mal di schiena

Il dolore nella parte bassa della schiena è uno dei principali sintomi neurologici, quindi si osserva relativamente spesso anche nella SM. Compare quando una postura o un'andatura anomala genera un sovraccarico sui dischi intervertebrali, tale da spostarli fino a schiacciare i nervi che fuoriescono dal midollo spinale. Di conseguenza si percepisce dolore nella parte del corpo innervata da questi nervi. Il problema è aggravato dal sollevamento di oggetti pesanti o quando ci si china o si ruota scorrettamente la schiena. Questi movimenti irritano i nervi del midollo spinale e provocano contratture dei muscoli attorno alla colonna vertebrale, dando origine al mal di schiena. Il dolore di un nervo irritato può irradiarsi a tutta la zona innervata della gamba.

Se l'origine del dolore è una postura o un'andatura errata, bisogna correggerla. Se la spasticità aggrava il problema, va curata. Benefico è il trattamento locale del dolore, con calore, massaggi, ultrasuoni ed esercizi per sciogliere le contratture della muscolatura del dorso.

Affidarsi a fisioterapisti e chiropratici con esperienza nel trattamento della SM può accelerare la guarigione. Farmacoterapia: ai medicamenti per attenuare l'indurimento dei muscoli della schiena spesso vengono associati antireumatici privi di cortisone.

Se il problema è causato da una grave lesione dei dischi intervertebrali può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere la pressione dal nervo.

Un paziente con SM che soffre di mal di schiena deve evitare manipolazioni o correzioni brusche della colonna vertebrale, come pressioni e torsioni rapide, perché irritano il midollo spinale e peggiorano i sintomi neurologici.