Vita di coppia e sclerosi multipla (SM)

Anche se facciamo progetti precisi per la nostra vita, ci sono cose sulle quali non abbiamo nessun potere, e che all'improvviso ci sconvolgono l'esistenza. La diagnosi di sclerosi multipla è un duro colpo del destino che cambia radicalmente il progetto di vita della persona colpita e di tutti coloro che la circondano. La vita e la quotidianità assumono nuove forme e devono essere riprogrammate da capo.

Per superare la diagnosi della sclerosi multipla serve tempo. L'incertezza sulle conseguenze future di questa malattia oggi incurabile fa paura, anche se molte persone affette da SM riescono a condurre una vita pressoché normale.

Nelle malattie come la sclerosi multipla, è soprattutto l'impossibilità di controllarle a farci sentire impotenti. Non si sa esattamente cosa succederà. Si ha l'impulso di rimuovere la malattia, nascondendo la testa sotto la sabbia.

Probabilmente il Suo partner ha le Sue stesse preoccupazioni e paure. E l'uno si aspetta dall'altra comprensione, pazienza e disponibilità ad ascoltare. È facile che sorgano delle incomprensioni e che si abbia la sensazione di non essere capiti. In una coppia, tutto questo può portare a malintesi e allontanamento. In questa situazione, nulla è più importante di avere un dialogo aperto. Una malattia cronica è sempre un fattore di rischio per una coppia, di cui è necessario tenere conto per tempo.

Affrontare la sclerosi multipla insieme

La sclerosi multipla non cambia la vita soltanto della persona che ne è affetta. Incide direttamente anche sulla vita di tutti i giorni del partner o della partner. Improvvisamente diventa impossibile fare anche le cose più semplici.

Non soltanto il fatto di sapere di essere malati, ma anche la terapie o la stanchezza legata alla malattia possono cambiare radicalmente la vita in comune. Una persona affetta da sclerosi multipla ha bisogno di riposarsi più spesso e tende a sottrarsi alle attività comuni. Allo stesso tempo il partner sano può sentirsi sovraccaricato dai nuovi compiti di cui si deve far carico. Ora, ancora più di prima, occorre trovare una forma di convivenza adatta per tutti e due, tenendo conto dei propri bisogni e di quelli del partner.

Ritrovare insieme l'equilibrio

Per ritrovare l'equilibrio all'interno della coppia è necessario tempo. Non si può pretendere che da un giorno all'altro tutto funzioni perfettamente. È importante che la persona affetta da SM comunichi i suoi bisogni senza usare un tono di rimprovero. E anche lei deve comprendere i bisogni del partner.

I cambiamenti nella vita professionale o privata richiedono parecchie discussioni e comportano decisioni da prendere insieme. La comunicazione è essenziale per affrontare i problemi legati alla SM in modo costruttivo. Non bisogna cercare di evitare i conflitti, perché sono importanti per riuscire a ritrovarsi e offrono anche l'opportunità di conoscersi e di amarsi in un modo tutto nuovo.

L'importanza della comunicazione

Le è stata da poco diagnosticata la sclerosi multipla? Oppure è tormentato da paure relative alla malattia? Non tenga per sé i Suoi sentimenti, le paure per il futuro e le preoccupazioni. Ciò che non viene espresso genera frustrazioni, isolamento e distacco reciproco. Il partner potrà comprenderla e sostenerla soltanto se sa cosa Le sta succedendo. Più riuscirete a parlare insieme, più svilupperete fiducia e comprensione, facendo crescere la vostra relazione.

Non è importante soltanto la comunicazione in sé, ma anche il modo di comunicare: parlando in modo brusco e rimproverando si suscita un atteggiamento di difesa nell'interlocutore. Anche se a volte è difficile, occorre evitare il più possibile queste reazioni spontanee. Lotti contro le sensazioni negative, respiri profondamente, conti fino a dieci o esca un po' all'aria aperta finché non si sarà calmato e riuscirà di nuovo a parlare con oggettività.

Se riuscirete ad accettare il confronto e i conflitti come una parte normale e di arricchimento della vostra vita di coppia, sarà molto più facile scambiarsi opinioni e condividere le sensazioni. Questo consoliderà la vostra relazione e vi riavvicinerà. Certo, essere pronti ad affrontare i conflitti e a risolverli insieme è più facile a dirsi che a farsi. Ma sicuramente vale la pena provarci.

Porre limiti ben definiti e mantenere i propri spazi

Ogni coppia deve dividersi i compiti da svolgere nella vita in comune. La persona affetta da SM deve spiegare chiaramente per cosa e in che modo ha bisogno di aiuto. Fare troppo può essere nocivo alla relazione tanto quanto fare troppo poco. Troppo aiuto può soffocare la persona affetta da SM e/o far sentire il partner oberato. Ma, se per orgoglio si rinuncia a chiedere aiuto anche per le cose indispensabili, si rischia che il partner si senta respinto e si chiuda in se stesso.

Se Lei è affetto da SM, o lo è il Suo partner, non significa che dobbiate rinunciare entrambi a cose che prima erano importanti per voi. Concedetevi l'un l'altro degli spazi. Le attività svolte all'esterno della coppia rappresentano una valvola di sfogo contro lo stress e offrono la possibilità di rigenerarsi e dare nuova linfa alla relazione.